S.Bartolomeo

INDIRIZZO: Piazza S.Bartolomeo, Varazze (Rione Solaro)

NUMERO CONFRATELLI/CONSORELLE:

E-MAIL/SITO WEB/TELEFONO:

PRIORE ATTUALE: CAPPA: I confratelli e le consorelle indossano la cappa bianca con il cordone bianco. Il Priore veste una preziosa tunica rossa con tabarro rosso riccamente decorato con fili d’oro

FESTA PATRONALE: 24 agosto (il compatrono S.Antonio Abate viene onorato il sabato vicino al 17 gennaio)


CENNI STORICI

La Confraternita di S. Bartolomeo sorge nella borgata Solaro, toponimo medioevale che risale probabilmente al nome di una famiglia. Il primo documento in cui compare la Confraternita è del 1411e fu emesso dal Senato genovese. Dedita all’assistenza, beneficenza e attività ospedaliera, essa gestiva in passato con altre due Confraternite l’ospedale cittadino intitolato a S.Maria in Bethlem. Anticamente questa Confraternita raccoglieva le corporazioni dei pescatori e fabbricanti di carta.


IMMAGINI


SEDE

L’Oratorio anticamente aveva l’ingresso orientato verso mezzogiorno; successive costruzioni sorte intorno alla chiesetta, hanno fatto si che l’accesso alla marina fosse chiuso aprendone uno sul lato sinistro come si vede ancora oggi. L’edificio è rettangolare, a una sola navata, con volta a botte ricoperta di coccio. Anche in questo Oratorio sono conservate numerose opere d’arte: la cassa processionale raffigurante il martirio di S.Bartolomeo con ben dodici figure, opera del Maragliano e dei suoi allievi, una statua lignea della Madonna di Caravaggio, otto tele settecentesche poste sui lati che rappresentano alcuni momenti di vita, tra cui il martirio, dell’apostolo Natanaele (Bartolomeo). L’abside è decorato ad affresco con un medaglione che racchiude la Croce e il Vangelo opera del pittore Giorgio Matteo Aicardi. Opera preziosa è l’antico polittico su legno di Teramo Piaggio da Zoagli, realizzato nel 1535 e posto nella parete absidale, raffigurante il Padre Eterno, al centro Gesù legato alla colonna con ai lati un Angelo e la Vergine. Sottostante al centro è S.Bartolomeo con ai lati S.Giovanni Battista e S.Antonio. Fanno parte dell’apparato processionale i pastorali argentei dei Priori raffiguranti S.Bartolomeo e il compatrono S.Antonio Abate e cinque Cristi processionali, il più antico opera di G.B Bissoni e il più recente portato dai bambini che imparano la tradizione dei “cristanti”.


ATTIVITA’

L’impegno è rivolto alla cura delle celebrazioni religiose, al suffragio dei defunti, alla partecipazione delle catechesi comuni a livello cittadino, allo svolgimento delle processioni dei Santi patroni. Importante sono le opere di carità di vario genere: dalla visita agli anziani e ai malati, alla raccolta di generi alimentari e di offerte per le persone bisognose oltre a cercare di essere attenti alle necessità attuali. Insieme alle pratiche religiose viene curata la conservazione degli Oratori e del patrimonio artistico cercando di avvicinare persone nuove alle consuete attività.