S.Donato

INDIRIZZO: Varazze (località Parasio)

NUMERO CONFRATELLI/CONSORELLE:

E-MAIL/SITO WEB/TELEFONO:

PRIORE ATTUALE:

CAPPA: I Confratelli e le Consorelle indossano la cappa bianca con cordone rosso; il Priore veste una tunica dorata tabarro rosso con decori.

FESTA PATRONALE: S.Donato, la prima domenica di agosto.


CENNI STORICI

La Confraternita di S.Donato ha sede presso la chiesa di S.Donato nella zona del Parasio, località che da accesso alla vallata del Teiro.


IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.


SEDE

L’antica Pieve, inserita nel Castrum Romano Bizantino, fu il primo insediamento religioso di Varazze lungo il corso del torrente Teiro e aveva un’ampia giurisdizione ecclesiastica, comprendente tutte le località della Diocesi di Savona poste a levante della città. Rifatta intorno all’anno Mille la chiesa fino al XVII° secolo fu dedicata a S.Michele Arcangelo. Con la creazione da parte del Vescovo di numerose parrocchie nel circondario, gradualmente perse il titolo di Pieve e, verso l’inizio del Quattrocento, cessò anche di funzionare come parrocchia, per divenire una semplice cappella rurale. La chiesa continuò ad essere officiata e custodita da un gruppo di laici, mentre nel secolo successivo la corporazione dei cartai eresse nella chiesa un proprio altare laterale dedicato alla loro patrona, S.Lucia. Agli inizi del Novecento si costituì al suo interno la Compagnia dei Morti di S.Donato con lo scopo dell’accompagnamento alla sepoltura dei defunti. Custodisce delle opere lignee tra cui un Cristo in croce di autore ignoto del XVI° secolo, un Cristo processionale, e la statua di S.Donato opera di G.B. Rebagliati del 1927. Ai lati dell’altare maggiore, nel presbiterio, sono conservate due pale raffiguranti S. Giovanni Gualberto e S.Lucia, opera moderna di Luigi Artusi e una tela settecentesca raffigurante la Madonna di Misericordia di Agostino Ratti. Gli altari laterali sono dedicati a S.Lucia, patrona dei cartai, un tempo al lavoro nelle numerose cartiere che si affacciavano sul torrente Teiro, e a S.Donato, titolare della chiesa, ove sono conservate le reliquie. Nella parete absidale è collocato un grande polittico raffigurante S.Michele, S.Donato e il Beato Jacopo da Varagine opera dell’artista contemporaneo Bruno Ghibaudo. La tradizione narra che in questa Pieve venne battezzato il Beato Jacopo, illustre frate domenicano, Arcivescovo di Genova e autore della Legenda Aurea, nativo della vicina frazione Casanova.


ATTIVITA’

l’impegno è rivolto alla cura delle celebrazioni religiose, al suffragio dei defunti, alla partecipazione delle catechesi comuni a livello cittadino, allo svolgimento delle processioni dei Santi patroni. Importante sono le opere di carità di vario genere: dalla visita agli anziani e ai malati, alla raccolta di generi alimentari e di offerte per le persone bisognose oltre a cercare di essere attenti alle necessità attuali. Insieme alle pratiche religiose viene curata la conservazione degli Oratori e del patrimonio artistico cercando di avvicinare persone nuove alle consuete attività.