Santuario N.S.Misericordia

Il Santuario di Nostra Signora della Misericordia sorge in località Santuario del Comune di Savona. La frazione è cresciuta intorno alla basilica eretta sul luogo dell’apparizione di Nostra Signora della Misericordia al beato Antonio Botta, avvenuta nel 1536.

Secondo la tradizione popolare la nascita del Santuario è legata ad un’apparizione della Madonna al contadino Antonio Botta la mattina del 18 marzo 1536. Nativo della località di San Bernardo, dove si trova l’omonima parrocchia, il racconto descrive che all’anziano contadino la Vergine Maria, vestita di bianco e attorniata da una luce abbagliante, apparve nei pressi di un ruscello, alla confluenza del torrente Letimbro, su una pietra del corso d’acqua. La Madonna chiese ad Antonio di recarsi dal suo confessore e, tramite le parole di quest’ultimo, di indire tre sabati di digiuno e di compiere tre processioni in onore di Dio e di Maria; la Vergine lasciò inoltre al contadino la richiesta di ritornare nello stesso luogo il quarto sabato poiché altri messaggi dovevano essere comunicati alla curia e al popolo di Savona.
Obbedendo alle parole della Madonna, Antonio si recò subito a Savona e comunicò al Vescovo della locale Diocesi, Monsignor Bartolomeo Zabrera, quanto proferito da Maria e le richieste da Lei espresse. Creduto dalla curia e quindi dal popolo savonese si esaudirono le volontà di Maria.
La seconda apparizione della Madonna avvenne, come promesso, il quarto sabato dal primo evento, l’8 aprile del 1536 vigilia della domenica delle palme. Ad Antonio Botta, dopo la preghiera, apparve nuovamente la Vergine con la stessa luce abbagliante e nel punto esatto della prima apparizione mariana; il contadino la ricorda con le mani tese verso il basso e allargate in un gesto di misericordia. Ancora una volta la Madonna chiese all’anziano popolano tre sabati di digiuno e una nuova processione per giorni dalla popolazione e in special modo dalle Confraternite disciplinanti; nel messaggio pronunziato da Maria, così come racconta la tradizione popolare, ella elogiò il buon operato di tali Confraternite nell’opera di divulgazione della parola di Dio ed esortò Antonio e i suoi compaesani di seguire la dottrina religiosa. La Madonna finì il suo messaggio divino e scomparve con le parole di benedizione Misericordia, Figlio, voglio e non giustizia.
Legame con le Confraternite
Poiché, nel messaggio al beato Botta, la Madonna menziona espressamente le Confraternite, lodando le loro pratiche di pietà, esse si sono sempre sentite legate al santuario; e non si tratta affatto di un legame che interessa soltanto le Confraternite della Liguria o del basso Piemonte in considerazione del fatto che è stato eretto a Santuario nazionale delle Confraternite d’Italia in data 18 marzo 2009, da Vittorio Lupi, Vescovo della Diocesi di Savona-Noli, accogliendo la richiesta dei delegati CEI per le Confraternite, che lo volevano tale.
Ogni anno, il 18 marzo, anniversario dell’apparizione, il Vescovo guida la processione fino alla basilica. Le Confraternite – non solo della città, ma dell’intera diocesi – partecipano numerose, spesso portando anche i caratteristici crocifissi.
Il 17 maggio 2008 il Santuario ha ricevuto la visita di Papa Benedetto XVI° in occasione del viaggio pastorale a Savona e Genova. Il Pontefice ha insignito il Santuario dell’onorificenza della Rosa d’oro.
La chiesa è aperta dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:00.

Per visite e pellegrinaggi contattare il Rettore Don Domenico Venturetti
Piazza Santuario, 6 17040 Santuario di Savona – Savona
Tel. 019.87.90.25 cell: 347.7790348
mail: santuariomisericordia.sv@gmail.com

Oppure il Priorato Diocesano Confraternite
Nella persona del Priore Milly Venturino 348.0104892
mail: prioratoconfraternitesavona@gmail.com